Pergamentu kolekcija



Lietuviškai Itališkai


Istoriniai Lietuvos dokumentai
Popiežių raštai
Istoriniai Prancūzijos dokumentai
Istoriniai Italijos dokumentai
Kiti raštai
Katalogas

Istoriniai Italijos dokumentai


TRUMPIEJI APRAŠAI (itališkai)

F101-6, F101-8, F101-10, F101-11, F101-12 F101-13, F101-14, F101-16, F101-17, F101-40 F101-51, F101-65, F101-73, F101-79, F101-88 F101-94, F101-98, F101-113, F101-114  
[F101-1] [F101-2] [F101-3] [F101-4] [F101-5]



LNMMB F101-1

In nomine domini nostri Ihs Xpi anno domini incarnationis Millesimo Trecentesimo vicesimo non Regnante domino nostro Roberto Dei grazia Invictissimo...
Il giudice Roberto di Nicola di Canosa (Robertus Nicolay de Canusio) e la moglie Aurigenia vendono una terra di loro proprietà chiamata il “Vallo maximus”, nel territorio di Bivino (Bivinus), con ogni diritto e pertinenze, a Dionisio di Dionisio (Dyonisiy q. Dionisi).

Livello di autenticità
Originale.
Luogo e data dell'originale
8 ottobre 1329.
Sigilli
Il documento non è confermato da sigillo.
Firme
Dyonisiy q. Dionisi – Dionisio di Dioniso,
Conradi de Curfano – Corrado di Curfano,
Thomasus q. Federicus – Tommaso di Federico,
Tullij de Lamantia – Tullio di Lamantia,
Petrus Fabricatoris – Pietro Fabricatore.
Una firma non identificata.
Lingua
Latino.
Decorazioni
L'iniziale “I” (3,2 cm, per 4 linee di testo) decorata con ornamenti.
Materiale
Pergamena, inchiostro.
Dimensioni
1 foglio: 27,4 cm x 36,9 cm.
Specchio di scrittura: 26 x 19,4 cm.

 



LNMMB F101-2

In nomine domini dei Salvatoris nostris Ihs Xpi anno ab nativitate eius millesimo Quadigentesimo Decimo nono Re(gnante)...
L'amministratore delle terre di Raulo, Antonello di Torino (Antonellus de Torina), e il giudice Potulo Kristo giudicano a proposito della proprietà detta Castagneto (Kastaneto), tra i fratelli Villaro Degripo (Vilaro Degripo) e Matteo Degripo (Matheo Degripo).

Livello di autenticità
Originale.
Luogo e data dell'originale
13 settembre 1419.
Sigilli
Il documento non è confermato da sigillo.
Firme
Antonellus de Torina, judex Antonello di Torino, giudice,
Jacobus Sabatinus Giacomo Sabatino,
Stephanus Frizia Stefano Frizia,
Jacobus Giacomo, di cognome non identificato,
Gilibertus Frizia Gilberto Frizia.
Una firma non identificabile.
Lingua
Latino.
Decorazioni
L'iniziale “I” (5 cm, per 9 linee di scrittura); all'inizio del documento croci racchiuse in un quadrato; alla fine del documento decorazione raffigurante un quadrato.
Materiale
Pergamena, inchiostro.
Dimensioni
1 foglio: 27 cm x 56 cm.
Specchio di scrittura: 25 x 42 cm.

 



LNMMB F101-3

In nomine Dei Salvatoris nostri Jesu christi anno a Nativitate eius millesimo quadrigentessimo trigessimo primo...
Rolando (Rolandus) di Majoro, notaio, esamina la controversia tra Giovannello di Giacomo (Johanelus) di Cerra ed il nobile Andrea di Lisul (Andrea de Lisul) avente come oggetto un prestito concesso da quest'ultimo e non restituito.

Livello di autenticità
Originale.
Luogo e data dell'originale
27 agosto 1431.
Sigilli
Il documento non è confermato da sigillo.
Firme
Sette firme non identificabili.
Lingua
Latino.
Decorazioni
L'iniziale “I” (5,5 cm, per 9 linee di scrittura dall'inizio del foglio); due illustrazioni: in alto, una croce racchiusa in un quadrato; alla fine del documento decorazioni di forme diverse.
Materiale
Pergamena, inchiostro.
Dimensioni
1 foglio: 19 x 57,7 cm. 
Specchio di scrittura: 17,9 x 47 cm.

 



LNMMB F101-4 

In nomine domini dei eterni et Salvatori nostri Ihesu Christi. Anno ab incarnatione eius Millesimo Quadrigentesimo trigesimo nono. Regnante Serenissimo et illustrissimo...
Alla presenza di Augusto Mangrella (Augustus Mangrela), ufficiale regio, il notaio Cubello (Cubellus), stipula un atto di compravendita di terre di proprietà di Giulio (Giulius) e Giovannello Longo (Johanellus Longus), del casale di Kana, acquistate da Lisul.

Livello di autenticità
Originale.
Luogo e data dell'originale
16 aprile 1439.
Sigilli
Il documento non è confermato da sigillo.
Firme
Augustus Mangrela, judex – Augusto Mangrella, giudice,
Franciscus Mangrella – Francesco Mangrella,
Antonellus Mangrella – Antonello Mangrella,
Giulius Longus – Giulio Longo.
Lingua
Latino.
Decorazioni
Due iniziali, entrambe “I”, molto accentuate (4,7 cm, per 10 linee di testo la “I” all'inizio del documento; 3,6 cm per 10 linee di testo, iniziando dal quattordicesima riga, la “I” al termine del documento); una decorazione a forma di stilo(?) contiene il nome del notaio (Cubellus).
Materiale
Pergamena, inchiostro.
Dimensioni
1 foglio: 28,6 x 81,7 cm. 
Specchio di scrittura: 26 x 63 cm.

 



LNMMB F101-5

Alfonsus dei gratia Rex Aranoium Sicilie citra et ultra farum valencie Hierusalem Hungarie Maioricarum Sardinie et Corsice comes Barchinone Dux Athenarum et Neopatrie ac etiam Comes Rossilionis et Ceritanie. Universis et singulis presentium inspecturis tam pre(sentibus)...
Alfonso V (Alfonsus) il Magnanimo conferma i privilegi feudali del Conte Amerigo di San Severino (Amerigo de Sancti Severini), del Conte Gaspare di San Severino (Gasparis de Sancti Severini) e della Contessa Margherita di San Severino (Margarita de Sancti Severini) sui territori di Caputati; vengono contemporaneamente confermati anche i diritti subfeudali nell'amministrazione delle proprietà comitali al giudice Razzoppi (Razoppi) e alla sua famiglia.

Livello di autenticità
Originale.
Luogo e data dell'originale
28 maggio 1453.
Sigillo
Segno del sigillo (diametro di 2,7 cm).
Firme
Rex Alfonsus Re Alfonso V di Aragona, detto il Magnanimo.
Lingua
Latino.
Decorazioni
L'iniziale “Alfonsus” è scritto più marcato.
Materiale
Pergamena, inchiostro.
Dimensioni
1 foglio: 66,3 x 39,8 + 9,4 cm.
Specchio di scrittura: 55,5 x 20 cm.

F101-6, F101-8, F101-10, F101-11, F101-12 F101-13, F101-14, F101-16, F101-17, F101-40 F101-51, F101-65, F101-73, F101-79, F101-88 F101-94, F101-98, F101-113, F101-114   

Istoriniai Italijos dokumentai